scheffel strasse #2

Due settimane che non scrivo berlino cambia i costumi si modifica sotto i miei occhi mi consuma la giacca la puzza del cesso chimico del wagenplatz a 20mt da dove sto comincia ad essere un odore familiare tutto intorno dagli alberi spunta qualche foglia verdolina.
Tre gg fa un furgone, mercedes camperizzato piu alto del mio ma anche piu leggero,va lanciato sull’autostrada sopra i 110km/h partito da berlino direzione roma a’capitale, li dentro 4 persone ben sveglie un cane e un corpo addormentato sul divano, azzu alla guida abbatte la velocita del suono: comincia con un gran botto la gomma posteriore esplode, il mezzo oscilla paurosamente poi di colpo svirgola, si cappotta e scintilla colla fiancata nell’asfalto per 50 mt. in assenza di gravita le pesanti batterie e un amplificatore volano da sotto il sedile di guida attraverso la lunghezza del furgone, una cassa di birre si disintegra sulla fascia astereoidale, il corpo di emma addormentato urta qualsiasi spigolo incontri ammaccature tante piccole ammaccature le costellano il corpo. Poi sdraiata sul solito fianco la macchina si ferma, motore ancora acceso nessuno riesce a emettere suono: del sangue sulla maglietta, il cane salta giu attraverso il finestrino distrutto, scappa in un campo sterminato. emma apre gli occhi si sveglia e dice : ok. now we coul exit, not? escono uno per uno piu o meno ammaccati ma interi dal finestrino rotto, uno spagnolo uscendo si accorge di avere la mano stretta a pugno, la apre: c’e na canna appena sdrumata, il rumore del mercedes al minimo, rum rum rum, una mano che sgocciola di sangue l’altra che chiama la polizia marek e’ grigio, il cane finalmente si riavvicina ma lontano dal mercedes, ha paura, il motore e’ ancora acceso. Vo a spengerlo secondo te e’ prudente? Nessuna risposta. Pochi minuti e una enorme coda di macchine intasa l’autoban. il mercedes viene filmato da azzu con la sua macchinetta fotografica, si vede mentre viene rimesso sulle 4 ruote da un argano dei pompieri. e’ immerso nella segatura, ci scommetterei che c’e un gran puzzo di diesel, il tetto di vetroresina spaccato, le ruote come toccano nuovamente terra si piegano in maniera innaturale, una lama di vetro sporge dal finestrino finestrino , le macchine di polizia e la scarpata dell’autoban che da su una grigia pianura erbosa, 5 del pomeriggio ddr, e fine del filmino di azzu. Si, queste due settimane le ho un po sentite, cosa e’ che ti fa perdere completamente coscienza del tempo che passa?, che ti trasporta alla deriva in una notte piena di sogni cupi e di vodka e di eccessi ? . Non so ma forse ogni tanto bisogna anche un po marcire per sganciarsi tutto di dosso e sentirsi leggero leggero come il furgone di azzu che volava sull’asfalto alcuni giorni fa. e poi? poi quando si raccatta i cocci? quando si tira dei sospiri lunghi? poi cosa rimane da fare? allora,per cominciare ognuno ha i suoi modi : personalmente son entrato in trattativa con azzu per un alternatore bosh del suo bel mercedes cappottato che il mio e’ quasi a fine vita, contrattato 70 eu prezzo d’amico. Me lo sono smontato personalmente con delle chiavi idrauliche a tubo , un nocciolo di pesante metallo e bobine di rame. Il furgone di azzzu a 5 giorni dall’incidente si e’ trasformato in un piccolo bazar di rottami: in due giorni lo hanno smontato tutto, erano dei tipi del convoy, wagenplatz qua vicino. Tutto era in vendita dal radiatore alle spie del cruscotto, dai divanetti alla coibentazione. Azzu sta vendendo di tutto quello che gli passa fra le mani, combatte coi debiti ora, abile e avida di cibo e di contanti si aggira per il platz vorace, gli altri l’accolgono e la rivestono e l’aiutano e le prestano tutto wagen cibo soldi . C’e un forte senso di solidarieta nella vita al platz che va oltre le simpatie e le questioni personali, questo ho notato che si respira in diverse circostanze…

This entry was posted in Carovana clustering, La sindrome di Angelmann and tagged , , . Bookmark the permalink.

1 Response to scheffel strasse #2

Comments are closed.